©2017 Prex Eucharistica.Org | Tutti i diritti riservati | Cookies
    Cerca

Canti per la Liturgia (n. 9)

Noi t’invochiamo: ascoltaci, Signore! Kyrie eleison, Kyrie eleison!

Risposta in canto per la Preghiera dei Fedeli
Musica: Michelina Giraudo

  • Oggi sarebbe bello mantenere in determinate circostanze il Kyrie eleison, vale a dire quell’antico grido di supplica che alla luce della soggiacenza semitica significa: «Signore, da’ libero sfogo alle tue viscere paterne e materne in nostro favore», cioè «làsciati commuovere per noi».

  • Nell’espressione greca Kyrie eleison [Signore, abbi pietà] il verbo corrisponde a un termine ebraico che designa propriamente le viscere della madre (più precisamente, il «grembo materno»), che non possono fare a meno di commuoversi dinanzi al figlio in difficoltà.

  • Il modo minore conferisce alla risposta in canto, che a Dio sale dall’assemblea, un tono di accorata tenerezza.

  • Questo saggio musicale, mentre restituisce alla Preghiera dei Fedeli il nativo Kyrie eleison, suggerisce la possibilità di integrarlo con una opportuna espressione della lingua viva.

Noi t'invochiamo (spartito)
Noi t'invochiamo (mp3)

per informazioni: cesare.giraudo.sj@gmail.com