©2017 Prex Eucharistica.Org | Tutti i diritti riservati | Cookies
    Cerca

 

Cesare Giraudo sj "CONFESSARE I PECCATI E CONFESSARE IL SIGNORE". Collana “Anno della Fede”, San Paolo, Cinisello Balsamo, marzo 2013, pp. 78

Acquista il volume su Amazon™
  • INDICE
    1. La remissione dei peccati: una verità da credere
    2. Il sacramento della remissione dei peccati: come chiamarlo?
    2.1. Sacramento della Conversione
    2.2. Sacramento della Penitenza
    2.3. Sacramento della Confessione
    2.4. Sacramento del Perdono
    2.5. Sacramento della Riconciliazione
    3. Riflettere sulla Confessione: ma come?
    4. La teologia della Confessione alla scuola della liturgia
    4.1. La Confessione: un ministero nativamente ordinato a sciogliere
    4.2. La Confessione: un ministero sulla breccia di fronte a Dio
    4.3. La Confessione: un ministero per rinnovare l’im­magine di Dio
    4.4. La Confessione: un ministero a servizio di una misericordia incommensurabile
    4.5. La Confessione: un ministero a servizio di chi porta il peso della carne e abita il mondo
    4.6. La Confessione: un ministero sublime compiuto con parole umili
    4.7. La Confessione: un ministero della Chiesa
    5. La teologia della Confessione alla scuola della sistematica occidentale
    5.1. La formula dell’assoluzione: tra forma precativa e forma dichiarativa
    5.2. La formula dell’assoluzione: tra normativa e curiose riduzioni casistiche
    5.3. La formula dell’assoluzione: che si deve intendere per indole giudiziale?
    6. Confessione ed Eucaristia: per una pastorale congiunta dei due sacramenti
    7. Consigli liturgico-pastorali senza pretese
    7.1. Dieci consigli per chi confessa
    7.2. ... e dieci consigli per chi si confessa
• Questo studio (dal taglio congiuntamente liturgico, teologico e pastorale) intende rispondere alla domanda: «Che cos’è la confessione?».

• Attraverso il ricorso alle preghiere con le quali nelle Chiese Orientali, nonché nella tradizione antica della stessa Chiesa d’Occidente, si celebra il sacramento, si scopre la ricchezza che vi è in questo sacramento.

• Ma questo è possibile nella misura in cui si rinunci a riferire il termine “confessione” esclusivamente ai peccati; è necessario infatti riferirlo in primo luogo a Dio, giacché, confessando le nostre infedeltà, noi confessiamo il Signore sempre fedele.

Acquista il volume su Amazon™